il Gambler the Gambler Eventi Contatti
 

Poco importa chi è.
Chiamalo “il gambler”, nato sognatore il 29 febbraio di un anno bisestile.
Emigra in Africa e, rifiutato dalle scuole dell’impero, si laurea con lode a 16 anni nel famoso ateneo “fai da te che fai per tre”.

Lavora in Dancalia; niente acqua fresca, solo umidità, 48 gradi, colpi di calore, malaria e tanta, tanta dissenteria.
Soldato di ventura, dattilografo troupe film “Mogambo”, cacciatore, cercatore d’oro e di fortuna, navigatore, giocatore d’azzardo, lucidatore di battiscopa, collezionista d’auto epoca, skipper, e infine profugo DOC (1965);
Sbarca squattrinato nella città della lupa e con tenacia costituisce una Società guadagnandosi meritatamente sul campo reputazione e fiducia per non tradire la quale, è pronto a tirarsi una revolverata e amen!
Poi l’incidente: rianimazione, resa dei conti e la folgorazione sulla via di Damasco: ma si può passare a migliore vita e non avere imparato a suonare la tromba e cantare il glorioso Jazz?
Voilà la tromba e, comune follia nell’arte, dal 1990 ogni Natale registra per gli amici i primi album aiutato da Ignazio Polizzy, un eroe scomparso.
Avanti! Convinto che tutto è possibile sognando e immaginando e guarda un pò, nel 1997, passa pure gli esami SIAE di compositore melodista così con Silverio Cortesi scrive “Blues per Nelly” e “Torchiatetasse”.
Sta componendo “Le luci del porto di Massawa”, luci speciali dato che parlano tra di loro e ricordano tutto della vita dei marinai.

Frequenta con scarsissimo profitto la Scuola del Testaccio di Jazz dove, in una confusione didattica, capisce che di jazz e improvvisazione è meglio non studiare; meglio tornare alla famosa accademia del marciapiede “fai da te che fai per tre”; e così spontaneamente suona la cornetta e canta in 4 lingue.

Per gli amici e clienti ha prodotto e regalato 34.000 CD. E’ stato molto fischiato, criticato e scoraggiato, come comunemente accade a coloro che vogliono sgusciare dal grigiore della vita convenzionale.

È stato protagonista nel film “Al Momento Giusto” regia di Luca Gasparini
Così, sognando, va avanti perchè, divertimento a parte, ha capito che cantare e suonare pur rimanendo un misterioso segreto, non è poi così difficile come vogliono fare credere; ed infine la musica allunga la tua e la mia vita.


www.ilgambler.it cell.:3299052712